Sabrina Persechino, l’architetto stilista

Sabrina Persechino, l’architetto stilista

Sabrina Persechino, architetto, stilista e appassionata di arte: ecco come riesce a fare dialogare queste tre discipline dando vita a capolavori di moda, restyling di palazzi storici come il The Church Palace.

Si sente parlare spesso di atelier: ma che cos’è esattamente? Qui in Italia è soliti pensare che si tratti di un laboratorio prettamente artistico o artigianale. L’atelier è quello di un pittore, o quello di una sarta… è un termine che ha sempre una connotazione limitata a certe discipline, ma forse il significato vero è un altro. Sabrina Persechino ci ha spiegato davvero qual è la verità. Il suo, l’Atelier Persechino, è un atelier alla francese, situato a Roma, nel quartiere de “Le Fate Ignoranti di Ozpetec”, in cui architettura, arte e alta moda convivono pacificamente, dialogando tra di loro e dando vita a lavori di grande effetto.

Atelier Persechino

L’architetto Persechino, classe 1975, svolge la professione da anni occupandosi di ristrutturazioni edilizie, progettazioni e design di interni. È lei che ha curato tutto il restyling del The Church Palace Hotel, splendida location non solo per un soggiorno nella Città Eterna, ma anche per matrimoni, eventi e occasioni speciali. Come una sua sfilata. Sì perchè Sabrina non è solo un professionista nel settore degli edifici, ma è anche una disegnatrice di abiti da sposa e da cerimonia, per questo nel 2011 ha fondato l’Atelier Persechino. L’altamoda è un sogno, una passione, un percorso di studi e formazione che la porterà a debuttare ad Altaroma con una collezione ispirata proprio all’architettura. Nel corso degli anni, Sabrina Persechino ha consolidato la sua presenza anche sulle passerelle romane con lo stile delle sue creazioni che si contraddistinguono per tagli lineari e puliti, materiali diversi e applicazioni geometriche, con dettagli vitrei o in lamine metalliche o di resina. È una sposa non convenzionale, elegante, ma allo stesso tempo sensuale e osé.

Proprio al The Church Palace, l’architetto stilista Sabrina Persechino ha scelto di presentare la sua collezione “Mono Tona”, una linea in cui dominano il bianco, nero e grigio. Uno stile che si caratterizza per le linee essenziali, con volumi regolari che s’ispirano ai principi dell’architettura minimalista. No a caso, Sabrina ha citato la celebre frase di Mies van der Rohe ‘Less is more’ che ha preso come formula base delle sue creazioni. Essenzialità e minimalismo; tessuti come cachemire, pelle lamé e spalmati, vengono valorizzati da modelli progettati ad hoc e d’ispirazione architettonica. Il bianco e il nero, con tocchi di grigio rappresentano una totale assenza di colori che esalta la superficie e i movimenti degli abiti, di una collezione in equilibrio tra raffinatezza e austerità.

Atelier Persechino